Elenco di negozi dove comprare sementi

Ecco per tutti quelli che si divertono in giardino, sia con permacultura e non, un elenco di negozi dove poter comprare le sementi.

http://www.ingegnoli.it/

http://www.seminart.com/en-us/index.html

http://www.arcoiris.it/

http://www.lasemeria.it/

http://www.semilandia.it/

http://www.kingsseeds.com/

http://www.magazzinoverde.it/

http://www.chilternseeds.co.uk/

http://www.secretseeds.com/

http://www.eurosementi.it/

http://www.paganodomenico.it

http://www.agribionotizie.it/

http://www.sementilarosa.com/

Alcuni siti sono in inglese, la maggior parte sono in italiano.

Pubblicato in Aquaponics, Hobbies | 600 commenti

Subversive Gardening

    Un video presentato a TED su come l’agricoltura puo’ essere “sovversiva”.

    Pubblicato in Aquaponics | 124 commenti

    WWF rilascia la versione finale della certificazione sugli allevamenti di gamberi

      Il 21 dicembre 2011, il WWF ha rilasciato la versione finale del suo standard per la certificazione degli allevamenti di gamberetti. Questa versione verrà utilizzata per creare un manuale di controllo e certificazione sulla sostenibilità ambientale degli allevamenti di gamberi. Le aziende agricole verranno certificate a partire dal 2012 tramite organizzazioni indipendenti come l’ASI, ISO e l’ISEAL.

      Pubblicato in Ambiente | Contrassegnato , , , | 2.814 commenti

      L’infrastruttura tecnologica di Instagram

        Molti sviluppatori e sistemisti si chiedono sempre come i servizi online (nel nostro caso Instagram) creano e mantengono la loro infrastruttura tecnologica.

        Solitamente i principi di base utilizzati sono:
        * KISS (Keep It Simple, Stupid!), mentieni semplice le cose, stupido!
        * Non re-inventare la ruota
        * Utilizza tecnologie che sono solide e testate

        Nell’articolo collegato (in inglese) e’ spiegato come ad Instagram riescono a mantenere il loro servizio ad altissimi livelli di performance.

        Let tecnologie/software che utilizzano sono: Ubuntu Linux, nginx, Amazon EC2, , Django, Fabric, Amazon EBS, PostgreSQL, Redis, Apache Solr, JSON, Gearman, Munin

        P.S. Per chi non lo sapesse Instagram e’ un servizio che consente di condividere le foto attraverso l’utilizzo del proprio iPhone.

        Pubblicato in datacenters | Contrassegnato , , , , , , , | 6 commenti

        Corso gratuito di formazione per iPhone e iPad grazie alla Stanford University

          Per chiunque sia interessato a sviluppare applicazioni iOS la Stanford University, tramite iTunes U, ha rilasciato un corso online per imparare a sviluppare software per iPad e iPhone.

          Durante il corso gli studenti impareranno a sviluppare applicazioni e giorni per automatizzare le proprie attività giornaliere, giocare e interagire con i social network.

          Per comprendere il corso, si consiglia di studiare anche i corsi Programming Methodology e Programming Abstractions, sempre disponibili su iTunes

          Pubblicato in Programming | Contrassegnato , , , | 182 commenti

          Le verdure giuste per ogni stagione

          Riprendo un post di Spesa 2.0 con l’elenco delle verdure suddivise per mese. Ho aggiunto la localizzazione in albanese ed inglese.

          Vi ricordo che un consumo di verdure di stagione contribuisce a un minore inquinamento ambientale (meno consumo di combustibili per scaldare/raffreddare le coltivazioni in serra) e a fornire un maggiore quantitativo di fibre, minerali e vitamine.

          Download

          Pubblicato in Aquaponics | Contrassegnato , , , | 48 commenti

          Cosa e’ il compostaggio?

            Come menzionavo nell’articolo precedente grazie all’arrivo dell’inverno e delle giornate piu’ brevi e fredde ho qualche ora in piu’ libera per lavorare sul balcone e non sul terrazzo, per questo mi sono messo a studiare una possibile evoluzione del sistema aquaponico. Guardandomi intorno sui vari siti internet mi sono messo in testache il compostaggio puo’ essere una cosa interessante e divertente.

            Per prima cosa, per farvi capire, il compostaggio e’ un metodo per trasformare (tramite decomposizione organica) la frazione umida dei rifiuti organici, solidi urbani, scarti biodegradabili di produzione agricola e industriali in un materiale fruibile (compost) come il terriccio.

            Il terriccio, creato tramite il compostaggio e’ molto simile a quello che si acquista nei negozi di giardinaggio, la differenza sostanziale e’ che quello venduto nei negozi e’ alle volte ottimizzato con l’aggiunta di micro e macro elementi nutritivi per particolari tipi di colture. Alcune sacchi di terriccio sono ottimizzati per frutta e verdura come ad esempio pomodori, fragole, agrumi, fiori, etc.

            Ora, dopo aver visto cosa e’ il compostaggio, possiamo capire con cosa possiamo compostare. In uno dei prossimi articoli spieghero’ come ho integrato il compostaggio nel mio sistema aquaponico.

            Pubblicato in Aquaponics, Hobbies | Contrassegnato , , , | 9 commenti

            Pubblicate le slide della conferenza “Percona Live London 2011″

              Per chi lavora con MySQL fara’ sicuramente piacere sapere che sono state pubblicate tutte le slide dell’evento “Percona Live London 2011″

              Da parte mia ho trovato molto interessante:

              Building 50TB-scale search engine with MySQL and Sphinx

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/building-50tb-scale-search-engine-with-mysql-and-sphinx/

              Deploy MySQL like a devops sysadmin

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/deploy-mysql-like-a-devops-sysadmin/

              Building High Performance Sites with nginx, mysql, varnish and php

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/building-high-performance-sites-with-nginx-mysql-varnish-and-php/

              MySQL in the clouds

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/mysql-in-the-clouds/

              How I Learned to Stop Worrying and Love Big Data

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/how-i-learned-to-stop-worrying-and-love-big-data/

              Real-time reporting at 10,000 inserts per second

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/real-time-reporting-at-10-000-inserts-per-second/

              Practical MySQL indexing guidelines

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/practical-mysql-indexing-guidelines/

              Programmatic Queries: things you can code with SQL

              http://www.percona.com/live/london-2011/session/programmatic-queries-things-you-can-code-with-sql/

              Per l’elenco completo delle slide potete collegarvi al sito ufficiale dell’evento.

              Pubblicato in Data mining, datacenters, Hardware, Linux, MySQL, NoSQL, Sistemi scalabili | Contrassegnato | 181.272 commenti

              Aquaponics a che punto sono?

                Diverse persone negli ultimi tempi mi hanno chiesto a che punto sono con l’aquaponica. Di progressi devo ammettere che non ce ne sono stati molti, questo anche grazie alla stagione fredda.

                Potete ben immaginare che la temperatura dell’acqua durante la notte arriva a meno di 12 gradi, i pesci e i gamberi hanno diminuito molto la quantita’ di cibo ingerito giornalmente e il tempo che devo dedicare a stabilizzare/sviluppare il sistema e’ diminuito sensibilmente.

                In ogni caso quello che deve essere migliorato (probabilmente nelle prossime settimane) e che prendera’ ancora un po’ del mio tempo libero e’ il ricircolo dell’acqua per minimizzare i sedimenti, la diminuzione delle alghe, la protezione dal sole (in inverno non serve molto) e, la parte piu’ difficile, la termo-isolazione delle vasche.

                - Ricircolo acqua
                Dopo varie ricerche ho trovato varie possibili soluzioni, una con l’utilizzo di pompe di movimento, una seconda un potente areatore e una terza con normali pompe da laghetto.
                * La prima soluzione, con le pompe di movimento, dopo una attenta analisi dei costi e benefici (anche tramite il suggerimento di un negoziante) e’ stata scartata. La soluzione doveva essere composta da 4 pompe di movimento con portata per singola pompa di 14.000 litri (Koralia 8) un consumo di 22 watt ed un costo di 185 euro (si avete capito bene!!) piu’ un regolatore di movimento al costo di 400 Euro per gestire quattro pompe. Totale di circa 1.100 euro, moltiplicato per le due, il numero delle vasche.
                * Seconda soluzione, con l’utilizzo di un potente areatore, e’ stata valutata ma devo dire che non credo che un areatore da 120 litri al minuto riesca a movimentare bene i 5000 litri di vasca (il mio timore sono i detriti che sedimentano sul fondo), quindi anche se il costo per ogni pompa e’ di circa 80 euro ho deciso di non adottare questa soluzione.
                * Terza soluzione. Delle pompe da laghetto (con una portata di almeno 10.000 litri/ora) possono movimentare molto bene tutta l’acqua di una vasca. Dei bocchettoni posizionati in vari punti possono tramite il flusso di acqua in uscita spostare i vari detriti depositati sul fondo. La soluzione e’ molto interessante questo perche’ puo’ consentire di rimuovere molto velocemente la maggior parte dei detriti che si depositano sul fondo.

                - Diminuzione delle alghe
                Dopo una estate senza una adeguata copertura (almeno, diciamo che e’ stata una parziale copertura) le vasche hanno iniziato ad avere un colorito verde dovuto ad una proliferazione delle alghe, verso la fine dell’estate il problema e’ diventato abbastanza grosso. Non riuscivo piu’ a vedere a meno di un metro di profondita’. Quindi, il trovare una soluzione per diminuire (o eliminare completamente) le alghe e’ diventata una medio/alta priorita’. Andando a controllare sui siti di acquariofilia la soluzione (l’unica senza utilizzare prodotti chimici) e’ quella di acquistare una lampada a sterilizzazione di tipo Ultra violetto (UV), come quella dei centri di abbronzatura. Il costo e’ a partire da 350 euro ed un costo per lampada di (per la dimensione del mio sistema aquaponico e’ necessaria una lampada con una potenza di almeno 36 watt). Il vantaggio di avere una lampada UV specifica per i laghetti/acquari e’ che la soluzione e’ testata ed e’ di facile installazione (pochi minuti, il tempo di collegare il tubo alla lampada e un tubo tra la lampada e il filtro). Come potete ben immaginare il costo e’ abbastanza alto e inoltre le lampade UV devono essere cambiate (in Albania non si trovano ad ogni negozio), quindi anche qui l’idea di utilizzare un sistema professionale (e costoso) e’ stata scartata. In alternativa ho invece trovato questa soluzione, girando per i negozi mi sono imbattuto per caso in una lampada UV utilizzata nei centri di estetica (quella che si utilizza per asciugare le unghie pitturate con lo smalto, e io che credevo che lo smalto
                si asciugassse velocemente da solo!!), il costo per una lampada da 18 watt (sono due lampade, solitamente sono da 9 watt l’una) e’ di circa 90 euro con un costo per lampada di 10 euro, l’unica pecca e’ che devo creare un supporto da mettere sopra il filtro vortex (uno di questi giorni mi mettero’ a scrivere a riguardo dei vari filtri che ho installato).

                - Pulizia dell’acqua dai detriti
                Come avete visto nei due punti precedenti la pulizia delle vasche non e’ ancora ottimizzata, comunque, durante questi mesi sono riuscito ad installare (letteramente a creare da zero) due filtri. Uno biologico/meccanico e un’altro solamente meccanico (filtro Vortex). In uno dei prossimi articoli vi mostrero’ tutte le fasi dell’autocostruzione.

                - Riutilizzo dei detriti/scarti dei pesci/gamberi e piante
                Con ogni sistema di produzione di animali o piante si ha sempre una creazione di scarti non direttamente fruibili, questi scarti che possono essere detriti, escrementi degli animali e potatura della frutta e verdura devono essere in qualche modo trasformati. Con varie ricerca ho trovato un paio di metodi per poter riutilizzare questi scarti e creare valore aggiunto al mio sistema aquaponico. In uno dei prossimi post spieghero cosa e’ il compostaggio e come farlo.

                - Protezione dal sole
                Durante l’estate sono stati installati otto (quattro per ogni vasca) pali di legno, da 5 centimetri l’uno, alti due metri per reggere un telo semi trasparente (quello
                utilizzato dai muratori per proteggere dalla vista le aree di lavoro). Grazie al forte vento la soluzione non e’ stata l’ideale, dato che durante l’arrivo dell’inverno
                il vento ha quasi spaccato completamente i supporti delle piscine. Ad oggi non utilizzo nessun telo di protezione dal sole, durante il periodi invernale sembra che il sole
                non sia troppo forte. Per la prossima estate dovro’ cercare una soluzione piu’ stabile, quindi, per ora lascio le piscine senza copertura.

                - Termo-isolamento
                La soluzione e’ stata rimandata per il prossimo inverno, a causa del vento non e’ facile trovare un sistema che consenta di installare una struttura leggera con una termo-isolazione delle vasche rispetto all’ambiente esterno.

                Ecco tutto, questo e’ quello che e’ successo negli ultimi mesi.

                Pubblicato in Aquaponics, Hobbies | Contrassegnato , , , , | 21 commenti

                Zend Framework Uploadify Extension

                Interessante estensione di Zend Framework per gestire gli upload con la libreria jQuery Uploadify.

                http://gondo.webdesigners.sk/zend-framework-uploadify-extension/

                 

                Pubblicato in Zend Framework | Contrassegnato , , | 988 commenti